EMERGENZA COVID-19 | DECRETO RIAPERTURE

EMERGENZA COVID-19 | DECRETO RIAPERTURE


Misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19 (decreto-legge)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19.

Il testo delinea il cronoprogramma relativo alla progressiva eliminazione delle restrizioni rese necessarie per limitare il contagio da virus SARS-CoV-2, alla luce dei dati scientifici sull’epidemia e dell’andamento della campagna di vaccinazione. Il decreto prevede che tutte le attività oggetto di precedenti restrizioni debbano svolgersi in conformità ai protocolli e alle linee guida adottati o da adottare da parte della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome sulla base dei criteri definiti dal Comitato tecnico-scientifico.

Di seguito le principali previsioni.

  • COMPORTAMENTI SEMPRE VALIDI
    • Indossare la mascherina
    • Lavare o igienizzare spesso le mani
    • Mantenere la distanza
  • SPOSTAMENTI
    • dal 26 Aprile:
      • sono consentiti gli spostamenti tra Regioni o province autonome che si trovano in zone gialle o bianche;
      • può spostarsi da una Regione all’altra, anche se si tratta di zone rosse o arancioni, chi è munito di pass (certificazione verde) che si ottiene con:
        • la vaccinazione;
        • l’avvenuta guarigione da COVID-19
        • tampone molecolare o test rapido con esito negativo nelle ultime 48 ore
  • SCUOLA E UNIVERSITÀ | ZONA 🟡 🟠 🔴
    • SCUOLA dal 26 aprile:
      • si torna in classe fino alla fine dell’anno scolastico anche nelle scuole superiori;
    • UNIVERSITÀ dal 26 Aprile al 31 Luglio:
      • nelle zone gialle e arancioni le attività si svolgono prioritariamente in presenza. 
      • nelle zone rosse si raccomanda di favorire la presenza degli studenti del primo anno
 
NUOVE MISURE PER LA ZONA GIALLA 🟡
  • RISTORAZIONE
    • Dal 26 Aprile i ristoranti aperti a pranzo e a cena, purchè all’aperto
  • SPETTACOLI
    • Riaprono al pubblico cinema, teatri, sale concerto, live club.
    • I posti a sedete devono essere pre-assegnati con distanza minima di 1 metro. La capienza massima consentita è pari al 50% di quella massima autorizzata, non si dovranno superare comunque 500 spettati al chiuso e 1000 all’aperto. 
    • In relazione all’andamento epidemiologico si potrà autorizzare presenza di pubblico maggiore ne rispetto delle indicazioni del CTS.
  •  MANIFESTAZIONI SPORTIVE
    • dal 1° Giugno sono aperte al pubblico le manifestazioni sportive riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del CONI e del Comitato Paraolimpico.
    • la capienza autorizzata è del 25% e comunque non superiore a 1000 spettatori all’aperto e 500 al chiuso
  • PISCINE, PALESTRE E SPORT DI SQUADRA
    • dal 26 aprile è consentito svolgere all’aperto qualsiasi attività sportiva, anche di contatto
    • dal 15 maggio riaprono le piscine all’aperto
    • dal 1° giugno riaprono le palestre
  • FIERE E CONGRESSI
    • dal 15 giugno riaprono le fiere
    • dal 1° luglio via libera a congressi e convegni
  • CENTRI TERMALI E PARHI TEMARICI E DI DIVERTIMENTO
    • dal 1° luglio sono consentite le attività nei centri termali e possono riaprire parchi tematici e di divertimento

Lascia un commento